Per iniziare l’argomento dei Delegati Territoriali, occorre riprendere quanto previsto dal Regolamento di attuazione dello Statuto SABI (approvato Assemblea straordinaria del 20.06.2000) che nei sotto indicati articoli riepiloga funzioni e compiti degli stessi.

Art. 12
I Delegati Territoriali vengono incaricati dal Consiglio Direttivo della SABI il loro incarico dura sino allo scadere del Consiglio Direttivo che li ha incaricati. L’incarico può essere rinnovato. Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di revocare l’incarico del Delegato in qualunque momento e/o modificare l’ambito territoriale affidato al Delegato.

Art. 13
Il compito fondamentale del Delegato è di creare e mantenere i contatti con i Soci. Egli collabora con la Segreteria per il rinnovo delle quote sociali e per il reperimento di nuovi Soci.

Art. 14
Il delegato Territoriale si adopera per fornire assistenza e consulenza ai Soci, ai potenziali Soci ed ai simpatizzanti, offrendosi, se del caso, come tramite per favorire i contatti fra i Soci ed il Comitato Tecnico, e/o la Segreteria e/o il Consiglio Direttivo e/o Allevatori di Bracchi Italiani. In questo ruolo è fondamentale che il suo comportamento non crei situazioni in cui si possa ravvisare il conflitto di interessi. Nel caso perciò in cui il Delegato sia anche allevatore, i due ruoli debbono essere mantenuti nettamente distinti, senza cioè che l’attività dell’allevamento sia in alcun modo avvantaggiata dal suo ruolo di Delegato.

Art. 15
Il Delegato si adopera per promuovere la partecipazione dei Bracchi Italiani esistenti nella sua zona a manifestazioni cinofile. Egli contribuisce ad attivare tutte le iniziative volte ad incentivare la diffusione e la conoscenza del Bracco Italiano. Favorisce ed organizza incontri fra i bracco fili con finalità tecniche o anche solo conviviali, così da promuovere la conoscenza e la coesione fra i Soci della zona.

Art. 16
Il Delegato crea e mantiene contatti con gli organi periferici dell’ENCI e delle Associazioni Venatorie, svolgendo il ruolo d’intermediario fra questi ed il Consiglio Direttivo della SABI per l’organizzazione di manifestazioni bracco file sotto forma di Prove Speciali, Mostre Speciali o Raduni e fornisce assistenza tecnica in chiave bracco fila per il successo delle iniziative organizzate dagli organi periferici di cui sopra.

Art. 17
Nella eventualità di manifestazioni organizzate direttamente dalla SABI nelle zone di competenza del Delegato, egli agisce in nome e per conto della SABI nel rigoroso rispetto delle previste norme e procedure organizzative, amministrative e fiscali.

Premessa

Occorre ribadire l’importanza della figura del Delegato quale strumento della SABI nella divulgazione della cultura braccofila.

Nell’attuale contesto, dove l’appartenenza ad un sodalizio collettivo (Gruppi Cinofili e Società specializzate) non porta vantaggi tangibili al Socio, la figura del Delegato deve fornire quel valore aggiunto che altrimenti il Socio non riesce a percepire. E’ infatti impensabile che un appassionato diventi Socio solo per ricevere la tessera che di fatto gli concede ben pochi diritti/vantaggi. L’azione del Delegato deve costituire un cordone ombelicale che consenta al Socio stesso di vivere la vita sociale ed essere informato su eventi, fatti e quant’altro possa costituire aggiornamento di cultura e di conoscenza.

Nomina

Le modalità di nomina sono quelle previste dall’articolo 12 del regolamento di attuazione. Il Consiglio Direttivo della SABI dovrà comunicare ai Delegati confermati e/o ai nuovi la nomina con una specifica lettera.

Strumenti

Il Consiglio Direttivo dovrà fornire al Delegato tutti gli strumenti che, compatibilmente con la situazione finanziaria della Società, consenta allo stesso un migliore seguimento degli associati della zona di competenza.

Pertanto periodicamente si dovrà inviare un elenco aggiornato dei Soci così da poter seguire i rinnovi delle quote sociali e prendere visione degli effetti di incontri e manifestazioni dal punto di vista promozionale.

Per contro i Delegati dovrebbero mettere a disposizione una casella di posta elettronica che, adeguatamente pubblicizzata nella propria comunicazione verso l’esterno, consenta un collegamento con il Consiglio Direttivo e possa costituire anche punto di riferimento per gli associati che a lui si riferiscono.

Attraverso l’utilizzo di questi strumenti di comunicazione il Delegato dovrebbe contribuire a far sentire la SABI vicina al Socio provvedendo, se del caso, anche alla stampa del giornalino diffuso per via elettronica. Questo tipo di attività non potrà che rinsaldare i rapporti interni alla società specializzata, dando, anche al Delegato, la possibilità di conoscer, in maniera approfondita, ogni singolo Socio.

Adempimenti e compiti

Il compito principale del Delegato è quello di mettere in atto tutte le attività che consentano di far conoscere il Bracco Italiano nelle sedi più opportune. Se dovessimo pertanto dare una mission al Delegato potremmo dire tre parole: comunicare, comunicare e comunicare.

Il Delegato dovrà aggiornare, con cadenza almeno trimestrale, il Consiglio Direttivo sulla attività svolta e sulle manifestazioni e/o eventi ai quali, partecipando, ha sviluppato l’immagine del Bracco Italiano.

Ciascun Delegato, prima di impegnare la SABI in organizzazioni e/o attività sul territorio, dovrà dalla stessa ottenere specifica autorizzazione. Potrà, a insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo, essere nominato anche coordinatore dell’evento stesso. L’utilizzo del logo SABI dovrà essere opportunamente concordato ed i termini di tale utilizzo dovranno costituire oggetto di specifica comunicazione. E’ vietato associare il logo a prodotti immessi o da immettere nel mercato, senza la sottoscrizione, da parte del Consiglio Direttivo, di specifico contratto.

Evento sul territorio

Al termine di ogni evento ufficiale ENCI, il Delegato territoriale dovrà raccogliere ed inviare alla Segreteria SABI, il catalogo dei partecipanti e le relazioni, al fine di consentire la redazione dell’Annuario. Al fine di dare risalto all’evento stesso ci si dovrà attivare anche per la raccolta di eventuale materiale fotografico.

Progetti

Eventuali iniziative che il Delegato intendesse svolgere sull’ambito territoriale di sua competenza, dovranno essere comunicate e/o rappresentate al Consiglio Direttivo SABI o ai Consiglieri incaricati dei rapporti con i Delegati. Questo al fine di concordare anche la partecipazione di rappresentanti del Consiglio Direttivo, qualora il Delegato stesso lo ritenesse importante per la buona riuscita dell’evento stesso.

Segreteria: Piazza Lago Balano, 9 - 43125 Parma -- tel. 347-2619005 fax 0521-964341

Sede Legale: Via Dosso, 7 - 26856 Mirabello di Senna Lodigiana (Lodi)

Copyright © 2013. All Rights Reserved.