Il direttivo della SABI nelle sedute del 7 Dicembre 2013 e 23 Marzo 2014 ha approvato il seguente Regolamento
che deve intendersi in vigore dal 1° gennaio 2014

 

Regolamento per il Campionato Sociale

I principali obiettivi per cui è stato adottato il seguente Regolamento per il Campionato Sociale SABI sono:

  • Valorizzare con un titolo che verrà annotato nel ROI, soggetti Maschi e Femmine di elevata qualità appartenenti a Soci SABI ;
  • Stimolare i Soci a presentare i loro soggetti in quante più manifestazioni possibili, con un particolare incentivo alle manifestazioni speciali SABI (o con specifico riconoscimento della SABI) in cui l’Associazione si rende garante che le valutazioni zootecniche sono affidate ad Esperti dotati di comprovata competenza relativa alla razza;
  • Valorizzare quei Bracchi Italiani che si qualificano sia in Prove organizzate dalla SABI (o da Enti in tal senso autorizzati dalla SABI) che in mostre Speciali e raduni, così da individuare “i più belli fra i più bravi”;
  • Stimolare i Soci, o i componenti della loro famiglia e particolarmente quelli di età inferiore ad anni 18, a presentare in prove i loro Bracchi Italiani;
  • Valorizzare i Bracchi Italiani che competono con successo in prove specialistiche, e più precisamente :
    - Su beccacce in prove che hanno il patrocinio del Club della Beccaccia;
    - Su beccaccini;
    - Su selvaggina d’alta montagna;
    - Su starne all’estero con qualifiche italiane in prove Speciali SABI;

Requisiti richiesti per la partecipazione al Campionato Sociale :

  1. Il proprietario(*) deve essere socio SABI, ed esserlo stato all’atto della partecipazione alle manifestazioni valide per la disputa del Campionato Sociale;
  2. Per il conseguimento del Campionato Sociale, il Bracco Italiano deve essersi qualificato in prove di lavoro organizzate dalla SABI (o con il patrocinio della SABI); Le qualifiche ottenute in Coppa Italia valgono per il punteggio del Campionato Sociale;
  3. Per il conseguimento del Campionato Sociale, il Bracco Italiano deve aver partecipato nell’anno ad almeno un Raduno SABI ed aver ottenuto la qualifica di Eccellente in un Raduno SABI nell’anno o in annate precedenti;
  4. Il Campionato Sociale viene assegnato al Bracco Italiano Maschio e al Bracco Italiano Femmina che hanno ottenuto il più alto punteggio conteggiato in base alla tabella riprodotta in calce;
  5. Per il conseguimento del Campionato Sociale, il Bracco Italiano deve aver ottenuto nella carriera almeno una qualifica in prove su selvatico abbattuto organizzate dalla SABI o da altro Ente allo scopo autorizzato dalla SABI;
  6. Il punteggio di cui alle colonne A,B, e C della tabella, va ulteriormente aumentato in base al coefficiente rispettivamente 1,10 e 1,30, qualora le qualifiche siano state ottenute dal Proprietario/conduttore (*) o dal Proprietario conduttore minorenne;
  7. I due soggetti di sesso opposto che nell’anno hanno ottenuto il punteggio più alto in base ai criteri sopra illustrati, sono proclamati rispettivamente Campione Sociale maschio (C.S.M.) e Campione Sociale femmina (C.S.F.) di quell’anno; I titoli relativi vengono comunicati all’ENCI ed annotati nel R.O.I.;
  8. Viene costituito un duplice Trofeo, rappresentato da due oggetti di ugual valore simboleggianti rispettivamente il C.S.M. ed il C.S.F.; Il trofeo è definitivamente assegnato ai proprietari di ogni C.S.M. e C.S.F. di ciascun anno;
    (*) Per proprietario si intende l’intestatario del pedigree o un componente della sua famiglia.

pdf long1

Segreteria: Piazza Lago Balano, 9 - 43125 Parma -- tel. 347-2619005 fax 0521-964341

Sede Legale: Via Dosso, 7 - 26856 Mirabello di Senna Lodigiana (Lodi)

Copyright © 2013. All Rights Reserved.