Ottobre 2023

Nuovo consiglio direttivo SABI International

In occasione del Terzo Raduno Mondiale del Bracco Italiano, si è svolta l’Assemblea ordinaria della SABI International, allo scopo di ricostituire l’Associazione ed il suo Direttivo in ogni sua parte, poiché trascorsi più di 5 anni dalla nomina del precedente Consiglio.

Lo scopo della SABI International è quello di intensificare i rapporti tra l’Italia e il resto del mondo per mantenere ottimale lo stato di salute della razza e sotto controllo l’aderenza agli Standard attuali di bellezza e lavoro, per preservare e uniformare la razza in tutto il mondo.

A tal fine si propone l’organizzazione di eventi periodici ed itineranti, pensati sulla falsa riga del Raduno Mondiale di Arezzo, e che quindi prevedano un convegno sullo stato della razza, un’esposizione ed una prova di lavoro. Finalità di questi incontri sarà quindi, principalmente, di fornire un indirizzo zootecnico agli allevatori e ai Soci dei Club stranieri e di aggiornare i giudici.

I Club esteri presenti, già membri della SABI Int. Che confermano l’adesione all’Associazione sono:

I Paesi che richiedono di associarsi sono:

  • FRANCIA
  • NORVEGIA
  • PORTOGALLO
  • POLONIA

Il nuovo Consiglio Direttivo viene costituito come segue:

Giuseppe Colombo Manfroni – Presidente

Gitte Finnich Pedersen – Vice Presidente

Consiglieri

Claudio De Giuliani
Alessandro Ermini

Allison Schultz [USA]
Tamara Van Den Dam [Nederland]
Petra Penttonen [Finland]

Segretario

Giulia Del Buono

In chiusura dell’Assemblea, il Presidente Colombo Manfroni ha dato infine appuntamento a Caldes dove, dal 23 al 27 maggio 2024, si terrà un evento che darà inizio al format del “Mondiale itinerante”, in occasione del quale si terrà anche la prossima Assemblea della SABI International.

Nuovo consiglio direttivo SABI International Read More »

XXIII Coppa Italia Continentali: la SABI sul podio

Testo e foto di Giulia Del Buono

Il 7 e 8 Ottobre scorsi si è tenuta a Pieve Santo Stefano (AR) la XXIII edizione di Coppa Italia per razze da ferma Continentali.

Per l’occasione, la SABI ha schierato una squadra coesa e competitiva che, durante la due giorni di prove, non solo ha confermato il trend di crescita della nostra razza migliorando il punteggio dello scorso anno di circa 20 punti, ma ha anche portato la nostra Società sul terzo gradino del podio. Un grande ringraziamento va quindi al nostro selezionatore, l’esperto giudice Libero Asioli, e ai proprietari e conduttori dei soggetti in gara chiamati, quest’anno più che mai, a giocarsi il tutto per tutto in una gara impegnativa e ricca di colpi di scena.

La prima giornata infatti ci aveva regalato diverse soddisfazioni e grande speranze, poiché nella prova su Selvaggina Naturale ben quattro bracchi su sei avevano incarnierato qualifiche importanti.

Filador della Bassa Brianza di Claudio Meneghelli, condotto da Fabio Angelini, aveva vinto la propria batteria con il 1° ECC e con lo stesso conduttore Una Van De Flor di Daria Florenzi si era aggiudicata il CQN, effettuando qualche ora dopo anche un impeccabile riporto dall’acqua.
Bene anche Vasco del Falso di Mario Crescenti, infallibile in acqua come sul terreno dove, condotto da Paolo Festa, era andato a punto con ECC nella seconda batteria.
3° MB poi per la Gagia di Giampiero Piazza condotta da Adriano Turci, niente di fatto invece per Emi di Mario Bencich e Refosco di Silvano De Cassan che avevano in compenso accumulato punti preziosi grazie a dei perfetti riporti dal laghetto.
La verifica morfologica, sotto l’occhio attento del giudice Bellotti aveva infine sancito il livello eccellente della squadra, che ne era uscita con il punteggio massimo.

Durante la seconda giornata tuttavia, nella prova a selvatico abbattuto resa ulteriormente impegnativa dal caldo soffocante, il 2° ECC di Gagia e l’ECC di Emi riportati nelle rispettive batterie, non sono bastati da soli a strappare la vittoria, ma oltre a garantirci un posto sul podio, ci hanno permesso di ottenere un altro importante riconoscimento.
Le ottime prestazioni di Gagia in entrambe le giornate di gara infatti le sono valsi il titolo di Miglior Continentale Italiano, in qualità del quale ha ricevuto il 1° Trofeo alla memoria di Vinicio Tognolo, istituito da ENCI e fortemente voluto da SABI e CISP, consegnato dalla signora Tognolo davanti ad una platea commossa.


La manifestazione si è poi conclusa con la premiazione delle batterie e delle squadre.
I 107 punti totalizzati dai nostri bracchi italiani si sono materializzati in una medaglia di bronzo che pesa come oro in una partita agguerrita e difficile come quella giocata quest’anno a Collacchioni.
Secondo posto per il Kurzhaar Club Italiano, con 111 punti.
Primo classificato e (ri)vincitore della Coppa Italia, il Club Italiano Epagneul Breton, con 139 punti.
Vivissime congratulazioni quindi al suo Presidente e Selezionatore Andrea Tureddi, a tutti i Club partecipanti ed infiniti ringraziamenti ad ENCI come ai Gruppi Cinofili Toscani, per l’impeccabile organizzazione di un evento tanto coinvolgente quanto importante per le razze da ferma Continentali.

XXIII Coppa Italia Continentali: la SABI sul podio Read More »